fbpx
Napoli e Omignano-Scalo
+39 081 19750217
commerciale@selefor.it

Chi è il Data Scientist

“Se non lo puoi misurare, non lo puoi migliorare” è una delle massime più celebri di Lord Kelvin e si abbina bene al momento storico attuale invaso dai big data.

Il contesto in cui si muove

In un mondo in cui ci si affida sempre più all’analisi dei dati per essere competitivi e anticipare le tendenze, risulta fondamentale contare su un Data Scientist che ha le competenze per capire dove reperire i dati e come utilizzarli per generare nuove opportunità, poiché una serie estesa di dati grezzi non porta alcuna informazione se non sappiamo come trattarla. Come suggerisce una ricerca condotta dal MIT Center For Digital Business, le aziende che utilizzano processi decisionali data-driven sono più profittevoli e più produttive rispetto alla media, perché migliorano il proprio business uniformandolo a modelli e strategie basate sulle informazioni che ognuno di noi lascia su internet.

Le competenze del data scientist

Definito dall’Harvard Business Review “The Sexiest Job of the 21st Century”, il Data Scientist gestisce i dati, strutturati e non, e li analizza per trarne informazioni rilevanti e progettare nuove soluzioni. Figura altamente specializzata, il Data Scientist combina diverse professionalità e possiede competenze eterogenee (conoscenza del mercato e del business di riferimento, tecnologia, matematica, statistica, linguaggi di programmazione, machine learning), ma con diversa intensità a seconda degli obiettivi e dei ruoli che deve assumere in azienda. Può lavorare a strategie di business e di marketing, come alla progettazione di nuovi prodotti e servizi indicando le strada giusta da intraprendere. Esistono diverse specializzazioni tra i data scientist, tra cui l’Advanced Business Intelligence Specialist, l’Advanced Quantitative Analyst, l’Advanced Developer, l’Advanced Business Data Analyst a seconda delle competenze possedute.

Fondamentali, oltre alle competenze tecniche, risultano essere le soft skill: capacità comunicative (è necessario modulare il proprio linguaggio a seconda dell’interlocutore, in considerazione del fatto che il Data Scientist si interfaccia non solo con tecnici, ma anche con referenti di altri settori aziendali e con gli stakeholders), capacità di lavorare in gruppo, voglia di formarsi e aggiornarsi costantemente vista la velocità di evoluzione del settore ICT (Information And Communications Technology). La caratteristica forse più importante di un Data Scientist è la curiosità, cioè l’attitudine di analizzare in profondità i fenomeni trovando correlazioni e relazioni di causa-effetto.