fbpx
Napoli e Omignano-Scalo
+39 081 19750217
commerciale@selefor.it

Indagine sul Master HR: cosa si aspettano gli studenti

Ad Agosto 2020, nell’ambito della promozione sul web del nostro Master in Digital HR 4.0 organizzato dalla Selefor CReFIS Academy, abbiamo somministrato un questionario in forma anonima e libera, non finalizzato ad un’ulteriore azione o iscrizione al master. Grazie a questo sondaggio sono emerse le preferenze della nuova generazione di HR Specialist. L’iniziativa rientra nell’ambito di ricerca del CReFIS.

Gli interessati che hanno partecipato al questionario sono stati in totale 453.

I nuovi HR Specialist puntano tutto sul digitale 4.0

Per prima cosa è emerso che il 98,2%, di 451 persone che hanno risposto, desidera lavorare in ambito Human Resources e sviluppare delle competenze innovative che permettano loro di muoversi in contesti HR 4.0, plasmati dalla digital transformation. Saper comunicare, gestire e guidare il cambiamento è una competenza chiave per la Direzione HR del futuro. È chiaro che la maggior parte dei futuri HR Specialist considera importante già a priori formarsi attraverso un master aggiornato e focalizzato sul digitale, così da avere fin da subito un vantaggio competitivo a livello di conoscenze 4.0.  Questa ipotesi viene confermata dalle risposte della seconda domanda “Quanto è importante per te frequentare un master per sviluppare le tue competenze?” dove su una scala da 1 (=minimo) a 5 (=massimo) la media del punteggio totale è risultata 4.4. Ecco perché il nostro master è improntato al digital 4.0, all’utilizzo delle nuove tecnologie social, cloud, mobile e analytics, ed è gestito dal Centro Ricerca CReFIS che monitora l’andamento della trasformazione digitale nelle aziende.  

Cosa rende competitivo un master HR nel 2021?

Affermata l’importanza di frequentare un master per formarsi in modo professionale, abbiamo chiesto loro di scegliere fino a 3 servizi che avrebbero desiderato trovare nel master. Si tratta di servizi che già offriamo nel nostro percorso formativo.
Questi i risultati delle 453 persone:

  1. esempi pratici e casi reali 76,6%
  2. stage lavorativo 71,5%
  3. dispense per lo studio 44,2%
  4. Rivedere le lezioni registrate 34,9%
  5. Test ed esercizi periodici 29,4%
  6. Interazioni live con il docente 23,0%
  7. Tutor individuale 12,6%

Casi studio e stage per essere subito pronti al mondo del lavoro

Su tutti i servizi vince una formazione che sia concreta, basata su casi studio ed esempi pratici, in grado di calare i corsisti in un ambiente simile a quello lavorativo per renderli pronti ad affrontare le problematiche del mondo del reale. Per questo il nostro master è condotto da docenti professionisti che hanno avuto esperienze lavorative in ambito HR. Ospitiamo anche persone che raccontano le proprie testimonianze relative a realtà lavorative particolari o casi di successo per dare loro un punto di vista interno.

Lo stage lavorativo si piazza in seconda posizione, confermando il trend che vede protagonista l’ambiente di lavoro. Nel nostro percorso formativo dedichiamo 200 ore allo stage in azienda. Durante queste ore il candidato svolge diverse attività per mettere in pratica le conoscenze appena acquisite e realizza un project work personale. Il tirocinio rappresenta un punto di contatto con il mercato del lavoro anche in prospettiva di assunzione

Lezioni registrate e dispense sempre a disposizione per facilitare lo studio

Il terzo e quarto posto evidenziano l’importanza di avere sempre a disposizione tutti i materiali delle lezioni, dalle dispense alla possibilità di rivedere le lezioni, per accompagnare lo studio e recuperare eventuali assenze. Ciò è possibile grazie agli strumenti che utilizziamo, da Jforma che ci permette di gestire le iscrizioni e la diffusione del materiale, all’utilizzo dell’aula virtuale per la frequentazione delle lezioni effettuate online, obbligatorie in epoca Covid-19.

Le lezioni online battono quelle in aula fisica

Abbiamo comunicato ai partecipanti al test che gli stessi servizi sono disponibili in aula virtuale (online). Il 94,9% ha dichiarato che li avrebbe scelti abbinati all’aula virtuale, ovvero con lezioni online che si svolgono “live” e permettono agli studenti di interagire con i docenti e partecipare a lavori di gruppo. Seguire le lezioni online presenta diversi vantaggi, primo quello di non perdere tempo o soldi spostandosi da casa propria per raggiungere la scuola; inoltre permettono di rivedere le registrazioni e seguire comodamente a casa propria. 

L’ultima domanda ha riguardato il lasso di tempo in cui queste persone si aspettavano di cominciare a lavorare in ambito HR. In questo caso il 54,5% delle risposte ha scelto entro 6 mesi, mentre il restante entro il 2021. 

 

Dalle risposte ricavate dal test possiamo intuire i trend e le esigenze di chi decide di intraprendere questo tipo di percorso formativo nell’ambito delle risorse umane. Per riassumere sono centrali l’innovazione e la vicinanza al mondo del lavoro, unito alla comodità dell’online. 

Di seguito gli screenshot dei risultati del test: